InVoga Magazine
MODA

DIOR SFILATA PRÊT-À-PORTER PRIMAVERA ESTATE 2021

“In un contesto che dà priorità alle immagini ritrovare il valore delle parole può aiutare a progettare perché la parola è anche, nella sua veste grafica, un disegno.” Per Maria Grazia Chiuri ogni collezione non è solo progettare una serie di pezzi che possano accogliere i corpi delle donne che li indossano, ma è anche una riflessione sulle trasformazioni della società, o reazione agli avvenimenti, come scrive Christian Dior nella sua biografia. Chiuri è una progettista calata nel suo tempo. È interessata a un doppio movimento: quello della vita e quello della moda. C’è una crisi in atto che sta cambiando radicalmente comportamenti, abitudini, rituali. Le nostre menti sono cambiate, le attitudini dei nostri corpi sono cambiate. L’idea di moda che ci accompagnava è messa in discussione.“Il taglio struttura il linguaggio, ma anche il vestito. Interviene sulle convenzioni tradizionali della figurazione e della visione di un corpo o di una cosa e produce una nuova sensazione,” scrive Germano Celant. Chiuri trasforma la silhouette Dior per rispettarne paradossalmente il lascito: la radicalità eversiva delle origini. Pensare è tagliare. Ridefinire la modellistica per dare sensazioni, impronta di un modo diverso di vivere. La Bar jacket è trasformata nella struttura con la reinterpretazione di silhouette derivanti da una collezione Dior realizzata in Giappone per l’autunno-inverno 1957. L’uso dei lacci permette di modularla a piacere sul proprio corpo. La gonna ha la coulisse in vita. Il tailleur veste ogni donna, adeguandosi a quel sentimento di fragilità che attraversa il nostro oggi. Sono le donne che con la loro scrittura illuminano vite e sentimenti a ispirare Chiuri. Scrittrici, poetesse, intellettuali. In un ideale cenacolo. Nella intimità delle loro case, dei loro studi. Assorte, sorridenti, irriverenti. Avvolte in colorate e infinite sovrapposizioni come Virginia Woolf, o con una semplice camicia bianca come Susan Sontag. La camicia maschile, indispensabile per Chiuri, si trasforma. Rimane camicia, diventa tunica oppure abito, risonanza dello chemisier Dior. Con i pantaloni ampi a righe sempre con la coulisse o gli short. O sotto ampi cappotti colorati a righe, in tessuto chiné. Poi patchwork di foulard segnati dal paisley e da motivi floreali con frammenti di pizzo per una contaminazione effetto collage sentimentale in una serie di pezzi come abiti o pantaloni per infinite possibilità immaginative. Sono tutti tessuti morbidi che non irrigidiscono le forme, ma seguono ogni corpo in un rapporto intimo. In un continuo mixare tecniche e materiali. Mussoline di seta per abiti lunghi negli azzurri opachi, ocra scuro, arancio spento. O chiffon con ricami in piccole perline. La vita segnata dal punto smock. Oppure scesa, per incedere liberamente in quell’idea di complessità e bellezza messa alla prova della tradizione e del presente che pervade questa collezione. Così, questi movimenti progettuali trovano eco ancora nelle parole di Germano Celant, ma che arrivano forti all’oggi: “È tempo ora che la moda decifri le sue latenze e i suoi desideri, per riconoscersi come ricerca libera e originale”.


Alina Marazzi, regista italiana che con i suoi documentari esplora la condizione femminile, ha creato per Dior un’opera visiva unica. Immagini e parole si intrecciano e si incontrano costantemente, creando un affascinante inno alla poesia impegnata di Lucia Marcucci e all’arte del cucito.



www.dior.com
Se l’articolo è stato di vostro gradimento, condividetelo su tutti i social, lasciate un commento per farci conoscere la vostra opinione, per ulteriori info e richieste, compilate il form di fianco, noi come sempre, ci vediamo alla prossima…See you soon dalle Fashioniste di InVoga Magazine!

Related posts

LASCIATI EMOZIONARE DAI NUOVI ARRIVI DOLCE & GABBANA!

LA STAMPA FLOREALE È PERFETTA PER INIZIARE AL MEGLIO LA PRIMAVERA!

Le Fashioniste di InVoga Magazine

APPROFITTA DEGLI SPECIAL DAY LIU JO CON SCONTI FINO AL 40%

Le Fashioniste di InVoga Magazine

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
error: Content is protected !!